Mktg

Restyling nuovo sito ForMail

ForMail LOgo

ForMail si aggiorna, anche nell’aspetto fisico: da oggi pubblicato il nuovo sito web di ForMail – Servizi avanzati per l’invio di posta elettronica freccia_link_red

Un messaggio o mille messaggi
importante è che arrivino a destinazione

Perché non è sempre detto che un messaggio inviato, sia un messaggio ricevuto…. L’invio di un messaggio è una cosa seria, e va effettuato con strumenti adatti e professionali, per essere certi che venga effettivamente consegnato al nostro destinatario.

A maggior ragione, se si tratta di inviare tanti messaggi tramite mailing-list o newsletter: bisogna affidarsi a sistemi che diano delle garanzie, per ché i messaggi no vengano riconosciuti come spam ma vengano gestiti correttamente nelle fasi di invio.

Sapete perché alcuni messaggi non arrivano a destinazione
o vengono bloccati come spam?

Un messaggio viene riconosciuto come spam quando il server che lo riceve gli attribuisce un “punteggio di rischio” secondo paramenti standard. Quando ciò accade, il server Smtp che ha spedito il messaggio viene inserito in black-list, rendendo tutti i successivi messaggi identificabili come spam e rifiutati dai destinatari.
Un solo messaggio di spam inviato da un singolo utente, può quindi danneggiare tutti gli utenti che condividono lo stesso server Smtp.

Con ForMail SMTP ciò non accade. Potete scegliere diverse soluzioni di attivazione a seconda delle necessità di utilizzo.

Come si possono gestire le comunicazioni
a dei gruppi di discussione o di interesse?

Strumenti appositamente studiati come ForMail MailList permettono di impostare e gestire in maniera semplice delle liste di distribuzione con le quali condividere interessi, passioni, notizie.
Non serve essere un esperto per condividere un hobby o le proprie passioni con MailList, ed anche il professionista della comunicazione troverà soddisfazione a particolari esigenze.
Il tutto con la semplicità di scrivere un’email.

Affidarsi a professionisti si può. Con ForMail avrete un postino elettronico al vostro servizio!

Che cosa vuol dire “Depositare la PEC” ?

Riceviamo spesso domande simili perché gli utenti non sanno bene come porsi di fronte ad alcuni obblighi di legge e se e come sono tenuti a mettersi in regola.

Sgombriamo il campo da dubbi con alcune chiare indicazioni:

1. Che cos’è il Deposito?  E’ la comunicazione resa al Registro Imprese del proprio indirizzo pec, ovvero del proprio recapito email legale.

2. Chi è tenuto ad effettuare il deposito? Sono in obbligo di effettuare il deposito tutte le Imprese in forma Societaria, e tutti le ditte individuali o artigiane iscritte al Registro Imprese.

3. Come si deve procedere? Dipende dalla vostra dimestichezza con i computer e le procedure on line. In ogni caso, CompraPec è pronta ad aiutarvi a procedere al Deposito, basta richiederlo sul nostro sito (http://shop.comprapec.it). Per chi volesse capirci qualcosa in più è disponibile anche una specifica Guida, studiata appositamente per tutti i piccoli imprenditori poco digitali’.

Per qualsiasi ulteriore informazione o aiuto, potete scriverci a info@comprapec.it

Contributi per registrare marchi comunitari o internazionali

Oggi REGISTRAILTUOMARCHIO.IT vi informa sull’iniziativa del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede due linee di intervento per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati a favorire la registrazione dei marchi comunitari e dei marchi internazionali, stimolando le piccole e medie iprese a registrare i marchi all’estero attraverso la concessione di contributi.

Leggi l’articolo Contributi per registrare marchi comunitari o internazionali freccia_link_red

PEC obbligatoria per le Imprese Individuali

E’ ufficiale, la PEC (Posta elettronica Certificata) diventa obbligatoria anche per le ditte individuali iscritte al Registro Imprese a partire dal 30/06/13.

Così il cerchio si chiude: in prima istanza l’obbligo era per la Pubblica Amministrazione, successivamente per le Imprese costituite in forma societaria e i Professionisti iscritti ad albi, ed oggi si conclude il ciclo con le Ditte Individuali.

Lo scopo dell’operazione, dal lato dell’Italia Digitale, è chiaramente quello di avere un recapito certo e indiscutibile, da potersi utilizzare nelle comunicazioni ufficiali tra il Registro Imprese e le aziende, che permetta di risparmiare sulle comunicazioni stesse (l’invio dell’email pec è operazione immediata e senza costi, quindi preferibile a mezzi postali standard) e che dia le medesime garanzie legali di consegna che la raccomandata postale oggi ci da.

I piccoli imprenditori di se stessi, le imprese familiari, le piccole attività dovranno quindi dotarsi di un indirizzo di posta certificata e depositarlo, cioè comunicarlo ufficialmente attraverso le apposite procedure, presso il Registro Imprese.

L’acquisto di un indirizzo Pec freccia_link_red in se’ ha dei costi minimi, poiché richiede una spesa a partire dai 4,95 +IVA. 

Si tratta di imparare a gestire uno strumento che potrebbe presentare difficoltà a chi non è pratico ne’ di posta elettronica, ne’ di computer, e che non sa come usufruirne. Ma, anche per questo gli strumenti ci sono, ne parleremo a breve in altro post.

Richieste ingannevoli di pagamento per pubblicazioni di marchi in banche dati

Oggi REGISTRAILTUOMARCHIO.IT si occupa di un problema segnalato da molti titolari di marchi, che si vedono recapitare richieste di pagamento per la registrazione di marchi d’impresa da parte di società che utilizzano denominazioni simili a quelle di organismi ufficiali, e che possono quindi trarre in inganno.

Leggi l’articolo completo Richieste ingannevoli di pagamento per pubblicazioni di marchi in banche dati freccia_link_red